ALBERTO PER SEMPRE. Venerdì sfilata di artisti a Marcianise per ricordare il grande batterista

ALBERTO-DANNAAd un anno dalla morte di Alberto D’Anna, il celebre batterista marcianisano deceduto all’età di 52 anni, a causa di un incidente domestico, la città si prepara ad onorare il talento nostrano nel primo memorial gratuito e interamente dedicato alla sua indiscutibile straordinarietà.
Si tratta di un contest di Musica Jazz organizzato dalle associazioni Enarmonie e Muovimenti, con la direzione artistica del maestro Ivan Iodice insieme ad Ernesto Palange. L’evento, che si terrà venerdì 29 luglio in piazza Umberto I, a partire dalle 21:30, vanta la partecipazione straordinaria di artisti di calibro mondiale.
Solo alcuni nomi quelli di: Antonio Onorato, Andrea Rea, Ernesto Palange, Gianni D’Argenzio, Ivan Francesco Iodice, Lello Petrarca, Giò Ballirano, Elia Vitale, Peppe D’argenzio, Gianni Taglialatela, Ernesto Palange, Claudio Romano, Carlo Raucci, Fabio Tommasone, Raffaele Natale, Wena, Enzo Gnesutta, Lucky Pesce, Sarah Adamo, Alfonso Camarota , talenti del jazz  italiano e non solo che arriveranno a Marcianise per celebrare lo stimato amico e musicista. Confermata, inoltre, anche la partecipazione di Rosario Copioso, attore professionista e creatore, insieme a Dario Pietrangioli, del  DRAMA TEATRO STUDIO. Copioso omaggerà Alberto recitando la straordinaria poesia dal titolo campanilismo di Raffaele Viviani.
“Il lupo”, così definito da amici e parenti, aveva cominciato gli studi di batteria  sin da piccolo, affidandosi all’insegnamento del maestro Walter Scotti. Dopo Napoli, Roma e Milano,  il suo prodigio si era  profuso fino a Boston. Oltre ad essere un musicista jazz di fama internazionale, vantava una formazione alla Sapienza di Roma, studi che   gli garantirono una laurea in etnomusicologia. Collaborò con stimate firme del panorama musicale internazionale, come: James Senese, Renzo Arbore, Tony Esposito, Adriano Pappalardo ed Eduardo De Crescenzo.
Era parte integrante del neapolitan power, termine coniato per la realizzazione di un movimento che descrivesse il mondo dei  musicisti di e intorno Napoli, quelli che amavano  fondere l’amore per il blues, il funk, il jazz e la melodia partenopea in un agglomerato di irrinunciabili delizie musicali; una realtà degli anni ‘80 che stimava la presenza dell’intramontabile Pino Daniele. Nel 1987 entrò a far parte del gruppo “Lingomania” in sostituzione del batterista Roberto Gatto. Renzo Arbore lo volle con lui in Rai, nel  programma “Indietro tutta.”

FONTE: http://www.edizionecaserta.it/2016/07/26/alberto-sempre-venerdi-sfilata-artisti-marcianise-ricordare-grande-batterista/

You may also like...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi