Campionato di orienteering a Caserta, 1000 atleti in gara tra la Reggia e l’oasi Wwf

orienteering-casertaLa Campania nel prossimo fine settimana sarà teatro delle fasi finali della tredicesima edizione del Campionato Mediterraneo di corsa orientamento, con 1000 concorrenti in gara, in arrivo da 23 Paesi, che si sfideranno lungo itinerari appositamente predisposti transitando nei punti di controllo e superando gli ostacoli naturali. Dopo le tappe al centro storico di Agropoli e nel Parco archeologico di Paestum la manifestazione si concluderà a Caserta domenica 12 marzo tra il parco della Reggia, il giardino inglese ed il bosco di San Silvestro.
I percorsi sono stati mappati dal cartografo norvegese ed ex campione del mondo di orienteering Bernt Bjonsgaard e la competizione è stata organizzata da Park World Tour Italia (presidente Gabriele Viale) con la collaborazione della Fiso Campania (Federazione Italiana Sport Orientamento ) di cui è responsabile Davide Pecora.
Proprio a Caserta saranno proclamati i vincitori della tappa campana, ultima tre giorni in programma nell’ambito di questo importante evento sportivo: la gara finale partirà domenica alle 10.30 dal bosco di San Silvestro, i corridori attraverseranno il parco della Reggia e raggiungeranno il traguardo posto in piazza Carlo III.

E proprio Gabriele Viale parla dell’importanza di questa manifestazione che vivrà i suoi momenti finali in ambienti dall’inestimabile valore paesaggistico e storico: “Ringraziamo la direzione della Reggia e per essa il direttore Mauro Felicori per averci messo a disposizione un’area gara di così straordinario pregio e l’oasi Wwf La Ghiandaia per la preziosa collaborazione nel parco di San Silvestro. Gareggiare tra i siti Unesco di Caserta e Paestum, tra arte e cultura, è un privilegio unico. In questi giorni tutta l’attenzione mediatica internazionale sarà focalizzata in Campania in quanto al via parteciperanno tutti gli atleti migliori del mondo, tra cui la più forte rappresentativa, quella dei paesi scandinavi”.
“I primi contatti per realizzare l’evento tra Salerno e Caserta” sottolinea invece Davide Pecora “li abbiamo intrapresi lo scorso anno con Nello Talento, componente di Giunta Coni, e con il Delegato Coni Michele De Simone”.

Gli atleti in gara avranno a disposizione una carta topografica realizzata proprio per questo sport, sulla quale sono riportati una serie di simboli riconosciuti a livello internazionale. Bisognerà attraversare tutti i “check point” stabiliti prima di arrivare al traguardo. Fondamentale per la vittoria, più della velocità, sarà la capacità di orientarsi e di fare le scelte di percorso migliori. (Daniela Russo)

– See more at: http://www.casertaweb.com/articoli/27124-campionato-di-orienteering-a-caserta,.asp#sthash.YqPRLmXD.dpuf

You may also like...