Caserta, “Un’Estate da Re”. La grande musica nella Reggia

caserta-estate-da-reIl maestro Daniel Oren, l’istrionico direttore d’orchestra, di padre musulmano e madre israeliana, a luglio dirigerà il Nabucco alla Reggia di Caserta sullo sfondo di fontane, cascate e giardini da sogno e promette una “bomba d’emozioni”. Per questo esperimento nella Reggia Vanvitelliana ha voluto prezzi popolari. Qualche giorno fa è stato presentato il programma de “Un’Estate da Re. La grande musica nella Reggia di Caserta” che animerà il Cortile della Reggia Vanvitelliana di Caserta dal 4 all’11 luglio. “Abbiamo deciso – ha spiegato il presidente della Campania Vincenzo De Luca – alcuni mesi fa di mettere in campo una iniziativa di livello internazionale per promuovere ancora di più la Reggia di Caserta con la grande lirica, la grande musica sinfonica. E abbiamo avuto la collaborazione eccezionale di Daniel Oren. Siamo riusciti a mettere in piedi un programma anche in tempi molto ristretti che è davvero di grandissima eccellenza. Avremo tre serate indimenticabili. La prima – il 4 Luglio – con il Maestro Antonio Pappano che proporrà la IX di Beethoven con l’Orchestra di Santa Cecilia. A seguire – l’8 e 11 Luglio – avremo il Nabucco diretto da Daniel Oren con l’orchestra e i cori del Teatro San Carlo e del Verdi. È un’occasione straordinaria per promuovere ancora di più la Reggia di Caserta e la Campania. Sarà un’occasione anche per avviare i lavori di recupero dell’Aperia della Reggia, un luogo meraviglioso collocato alla fine della passeggiata dentro la Reggia e anche per far partire un concorso internazionale per premiare ogni anno un lavoro che valorizzi i beni storico-artistici legati alla grande civiltà del Regno di Napoli e in modo particolare la Reggia di Caserta. Per noi un momento di grande importanza e solennità con il quale diamo definitivamente una proiezione internazionale alla Reggia di Caserta.”

“Un’estate da Re. La grande musica alla Reggia di Caserta” fa parte del progetto finanziato con Fondi POC DGR 90/2016 dal titolo Lirica alla Reggia di Caserta e dintorni Finalità dell’iniziativa è creare un evento di rilevanza internazionale e al tempo stesso un’operazione a valenza sociale che vuole avvicinare il grande pubblico e i giovani alle iniziative culturali attraverso una politica tariffaria con prezzi accessibili. Un evento che sia allo stesso tempo culturale e mediatico, in sintonia con le iniziative messe in campo dalla Direzione della Reggia e MIBACT. Il progetto si è avvalso della collaborazione del Teatro di San Carlo di Napoli, il Teatro Verdi di Salerno e l’Accademia di Santa Cecilia di Roma e di due grandi Direttori d’Orchestra come Sir Antonio Pappano e Daniel Oren. Il progetto, oltre agli spettacoli, comprende un’azione di valorizzazione permanente, con il restauro e la realizzazione di un teatro all’aperto nella Aperia del Giardino Inglese. Progettato dalla Direzione in collaborazione con la Scabec, il restauro dell’ Aperia permetterà alla Reggia di Caserta di avere nella prossima stagione 2017 uno spazio straordinario per ospitare spettacoli e concerti. Per le tre serate saranno impegnati oltre 400 artisti tra musicisti e cantanti, per uno spettacolo che prevede la realizzazione di gradinate per un totale di 2800 posti a sedere, con tariffe a partire da 5 euro fino ad un massimo di 20 euro a persona, con sconti per giovani, famiglie e gruppi.

L’organizzazione generale e la produzione sono realizzate dalla Scabec, Società Campana Beni culturali, che inserirà la proposta anche nella propria piattaforma Artecard sia nel suo prodotto base sia in Artecard Contemporaneo, con la realizzazione di pacchetti dedicati alla Reggia per il periodo dei concerti. Per chi vorrà, un’ora prima del concerto, sarà possibile visitare gli appartamenti reali accompagnati dalle guide Artecard, con prezzo incluso nel biglietto ma solo su prenotazione. Con la grande musica alla Reggia di Caserta si apre la stagione di eventi di valorizzazione del patrimonio culturale promosso dalla Regione Campania e realizzata dalla Scabec, che proseguirà dal 21 luglio fino a settembre con le visite notturne spettacolarizzate negli scavi di Pompei, negli scavi di Ercolano, ai Templi di Paestum, nella Villa romana di Minori, a Villa Arbusto ad Ischia e al Rione Terra a Pozzuoli.

FONTE: http://www.casertaweb.com/articoli/25522-caserta,-un%E2%80%99estate-da-re..asp

You may also like...