Nasce l’amaro della Reggia

amaro-1050x519La Reggia avrà il suo amaro.
Si è conclusa la procedura per l’affidamento in concessione del marchio “Reggia di Caserta” in esclusiva per quattro anni all’azienda Antica Distilleria Petrone S.r.l. di Mondragone (CE) che annovera clienti di prestigio sia in Italia che all’estero.
L’amaro Reggia sarà presentato al Vinitaly una delle più importanti rassegne internazionali dedicate al mondo del vino e dei distillati in programma a Verona dal 9 al 12 aprile.

Si tratta di una bevanda realizzata con essenze ed erbe del Giardino Inglese, suggestiva area verde all’interno del Parco della Reggia, progettata dal giardiniere Andrew John Graefer, chiamato da Maria Carolina d’Austria, moglie di Ferdinando IV di Borbone.

Graefer, effettuò numerosi viaggi lungo la costa salentina, in Sicilia e in tutto il territorio campano, isole comprese per procurare nuove specie vegetali e lavorò con i tre figli e 80 uomini su un’area di 200 mila metri quadrati a partire dal 1786.

La bevanda, ottenuta dall’infusione alcoolica di piante, erbe ed agrumi, conterrà le essenze presenti nella Reggia: canfora, citronella, arancia amara, camelia, cicoria, finocchietto, bacche di mirto, foglie di ulivo, bergamotto e limoni.

Questa è solo la prima di una serie di collaborazioni per favorire la promozione turistica del Complesso vanvitelliano e del territorio e promuoverne l’identità e le eccellenze.

La funzione del marchio “Reggia di Caserta” è quella di permettere al consumatore di identificare il prodotto nella sua caratterizzazione e di contribuire all’affermazione dell’immagine del Sito Reale.
Info:
reggiadicaserta.beniculturali.it
facebook.com/reggiaufficiale

Reggia di Caserta Ferdinando&Carolina

You may also like...