Pasquetta da record alla Reggia, 9000 visitatori

pasquetta-reggia-casertaUna scommessa vinta e una formula che potrà certamente essere riproposta negli anni a venire. A 25 anni dall’ultima (disastrosa) volta, la Reggia di Caserta torna ad aprire nel giorno del lunedì in Albis facendo registrare un successo indiscutibile, con quasi 9000 persone che hanno invaso gli appartamenti ed il Parco Reale scegliendo di trascorrere la Pasquetta all’insegna della natura e della cultura.
Una cifra altissima se si escludono le prime domeniche del mese, giornate in cui l’accesso agli appartamenti è gratuito e quello al Parco costa 5 euro.
Il merito principale per questo risultato va ovviamente al direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori, che ha avuto il coraggio di lanciare e realizzare questa proposta sfidando i tanti dubbi dei cittadini, i quali temevano che il bene più prezioso della città potesse essere deturpato e danneggiato dalla voglia di “scampagnata” di persone poco rispettose.
Così non è stato, grazie al contributo fondamentale degli addetti alla sicurezza del museo e delle forze dell’ordine, che hanno presidiato l’area della Reggia e di piazza Carlo III sequestrando molti palloni a chi aveva intenzione di introdurli all’interno del palazzo vanvitelliano (qualche palla invece si è vista nei giardini davanti alla Reggia). Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza hanno pattugliato la zona interna al Parco e le Fiamme Gialle hanno identificato e sanzionato tra l’interno e l’esterno della Reggia ben 11 venditori abusivi intenti a vendere gadget, souvenir e guide turistiche. Da segnalare poi qualche episodio di scorrettezza da parte dei visitatori, prontamente richiamati all’ordine: alcune persone sono riuscite ad introdurre furtivamente un pallone nel Parco ed altri ragazzi hanno infranto il divieto di salire fino al Torrione.

Lunghe file in piazza Carlo III sin dalle prime ore della mattinata con famiglie, coppie e turisti stranieri che hanno aspettato parecchio prima di poter comprare il biglietto da 12 euro ed accedere alla Reggia: già dal prossimo ponte del 25 aprile è possibile che venga aperto un secondo varco per evitare lunghe attese.

Soddisfazione da parte del sindaco Carlo Marino, che ha commentato positivamente l’educazione ed il rispetto con cui i visitatori hanno “invaso” la Reggia (e non solo), e del direttore Mauro Felicori, che all’Agi ha detto: “Contrariamente a quanto qualcuno ha voluto insinuare, noi non abbiamo riaperto la Reggia pensando di raddoppiare il numero di biglietti venduti, bensì per ripristinare una legalità e l’immagine di questa terra. Una Reggia chiusa per paura di atti vandalici è sempre una sconfitta”. (Manuel Zeno)

– See more at: http://www.casertaweb.com/articoli/27434-pasquetta-da-record-alla-reggia,.asp#sthash.wR8UQ41r.dpuf

You may also like...