Premio “Diana”, la finale dell’evento dedicato alle startup nella Cappella Palatina

startup-casertaUn premio conteso da dieci team, una finale che si giocherà a colpi di idee innovative e proposte imprenditoriali convincenti, e che permetterà ai vincitori di avviare un progetto d’impresa ad alto potenziale di sviluppo. L’evento di cui stiamo parlando è il Premio “Mario Diana” Award Innovation 2017, giunto ormai alla terza edizione.
La serata conclusiva della manifestazione, organizzata dal centro di contaminazione per startup e imprese di Caserta 012 Factory in partnership con la Fondazione Mario Diana Onlus si svolgerà venerdì 17 marzo dalle ore 19.00 nella splendida Cappella Palatina della Reggia di Caserta.

I dieci finalisti dell’Academy di 012 Factory, che hanno seguito un percorso di formazione della durata di sei mesi, verranno giudicati da affermati imprenditori, creatori di startup e manager aziendali che assegneranno il premio al progetto che reputano più originale ed al passo coi tempi: i vincitori avranno così accesso ad un fondo di 20mila euro e potranno inoltre beneficiare di un assegno di 10mila euro da parte della Fondazione Mario Diana e di un percorso di affiancamento di 012 Factory (di uguale valore) che si rivelerà necessario per far fronte ai problemi fisiologici che si presentano nella fase di vita iniziale delle startup.

“Il Premio giunge alla fine di un percorso di continua crescita” sottolinea Pietro Nardi, Fondatore di 012 Factory e Academy Director.”Quando abbiamo iniziato, nel 2014, c’era solo uno scheletro del percorso di formazione. Nell’ambito delle tre edizioni, e con la replica del modello in Calabria, abbiamo confermato la validità del nostro modello. Alcune delle nostre startup sono diventate casi di studio internazionali e altre sono state selezionate da importanti operatori nazionali”.

Sebastian Caputo, Amministratore unico di 012 Factory Caserta, spiega: “Siamo onorati di poter consolidare il sodalizio con la Fondazione Mario Diana, che sin dalla sua istituzione s’impegna per offrire opportunità ai giovani e favorire lo sviluppo economico e sociale del territorio. La nostra Academy rappresenta il cuore di questa condivisione di obiettivi: promuovere la formazione dell’imprenditorialità e la creazione di imprese, incoraggiare competenze e potenzialità dei giovani, favorire l’innovazione, diffondere la cultura della conoscenza e della partecipazione”.

“Sin dalla prima edizione dell’Accademy012, il Premio Mario Diana vuole testimoniare l’impegno a supportare e premiare concretamente i giovani imprenditori italiani” dichiara Antonio Diana, Presidente della Fondazione. “Sostenibilità, ricaduta sociale sul territorio, sia in termini occupazionali che di innovazione, sono i principi alla base del Premio, che porta avanti la visione di imprenditore illuminato di mio papà Mario”.

Questi i dieci team finalisti:
Swap Elite, di Veronica Punzo e Annalisa Tortora – un e-commerce dedicato allo scambio di abiti e accessori per la moda, dove poter scoprire out-fit personalizzati;
Yousbi, di Nicola d’Elia e Sabato Crescenzo – un framework per la creazione e gestione dei bot sui social che riduce i budget rilevanti nel customer service;
Threef – un algoritmo che impara a conoscerti aiutandoti a organizzare la spesa e a curare l’alimentazione dell’intera famiglia;
H4C, di Roberta Caruso – una community di viaggiatori per il co-living che ridà anima e aumenta i ricavi delle abitazioni in affitto;
Colloquio24, di Carmela Casella e Mauro di Micco – un market place per preparare le persone ad affrontare i colloqui di lavoro rilasciando feedback in tempo reale;
D-Light, di Paolo Mottola – una tastiera qwerty con la funzione di password manager;
Ninethousands, di Alessandro Branda – uno scalda collo resistente alle intemperie, dotato di magneti e poliestere con un meccanismo di apertura innovativo;
Classup, di Marco Cesaro – una tecnologia che permette a gruppi di studenti di dividere le spese durante la scelta del proprio percorso formativo;
Work For Trade, di Massimiliano Catalano – una piattaforma di E-business basata sul cloud che permette di razionalizzare la propria supply chain, i canali di vendita online e la gestione degli ordini;
Artis Lab, di Costantino Rizzuti – un dispositivo riprogrammabile con diverse funzioni audio per applicazioni musicali e multimediali.

– See more at: http://www.casertaweb.com/articoli/27184-premio-diana,-la-finale-dell-evento.asp#sthash.KAuLLROA.dpuf

You may also like...