VI RASSEGNA JAZZ – MODERNARTJAZZ – Associazione Culturale Musicale ModernArtMusic

Al via la VI rassegna di musica jazz organizzata dall’Associazione Culturale Musicale ModernArtMusic.
La kermesse,  si terrà nei giorni  9, 15 e 16 Settembre nella Reggia di Caserta e nel comune di Camigliano.

Conto alla rovescia per la rassegna Jazz organizzata dal Associazione Culturale – Musicale ModernArtMusic di Pignataro Maggiore.

Alla 6a edizione della kermesse, che rappresenta una delle manifestazioni più rilevanti fra gli eventi culturali e gli spettacoli estivi del casertano,  saranno presenti grandi nomi della musica Jazz italiana ed internazionale.-

Di grande rilievo  il cartellone organizzato dalla  Direzione Artistica dell’Associazione: un’edizione ricca di appuntamenti imperdibili con artisti di spessore nazionale ed internazionale.-

Quattro in tutto gli appuntamenti previsti concentrati in tre giorni.

 

I CONCERTI

Domenica  9 Settembre – Virginia Sorrentino Trio

Reggia di Caserta – Cannocchiale –

Domenica 9 Settembre, nel suggestivo scenario della Reggia di Caserta si terrà il concerto di apertura della kermesse artistica.

Alle 20.30, sul  palco  del “Cannocchiale” della Reggia, la straordinaria cantante jazz Virginia  Sorrentino, accompagnata da due grandi nomi del jazz italiano (Marco De Tilla al contrabbasso ed Alessandro Castiglione alla chitarra) presenterà il  suo nuovo progetto discografico intitolato “La voglia, la pazzia”.

Virginia Sorrentino è una cantante versatile e dalla sensibilità spiccata, vanta numerosissimi concerti da solista e collaborazioni con diverse orchestre jazz e con noti artisti italiani (come Massimo Ranieri,  Alan Sorrenti…) intervenendo in alcune trasmissioni televisive nazionali. Ha partecipato a numerosi Festival e Rassegne Jazz in Italia ed Europa, tra cui Umbria Jazz, Copenhagen Jazz Festival, Le Mans Jazz Festival, Valbonne Jazz Festival, Festival dei due mondi di Spoleto, Terni Jazz…E’ stata inserita nel prestigioso CD “100% Frank” della rivista nazionale “Musica JAZZ” (mese di dicembre 2015) come tributo al grande Sinatra, insieme a grandi artisti come Ornella Vanoni, Mario Biondi, Christian De Sica, Paolo Fresu, Gianluca Guidi, Ronnie Jones, ecc. Nell’estate 2015 è stata insignita, per la sua attività jazzistica, del Premio “Naples in the world” XVIII edizione tenutosi a Ravello, insieme a Sebastiano Somma. Dopo diverse collaborazioni discografiche, ha ultimato il suo cd (La voglia, la pazzia ) assieme all’ hammondista Antonio Caps. Svolge attività didattica come insegnante di tecniche e stili vocali. Riceve apprezzamenti da musicisti di fama tra cui Diane Schuur, Gunhild Carling,Toots Thielemans, Roberta Gambarini che le ha tributato la sua stima in un articolo giornalistico e da un pubblico affettuoso che la segue nelle sue personali performance.

 

Sabato 15 Settembre

Reggia di Caserta  (Cappella Palatina)

Ore 20,00 – Roberto Taufic & Luigi Tessarollo Duo .

Alle ore 20.00,  si esibirà il duo chitarristico Roberto Taufic (chitarra classica) &  Luigi Tessatollo (Chitarra jazz e classica) con la presentazione del progetto e ultimo lavoro discografico “StringsGames“.

Un duo imperdibile per la classe e la bravura dei due artisti. Il repertorio gioioso, ritmico e al contempo molto lirico offre un entusiasmante concerto basato prevalentemente sull’esecuzione di brani tratti dai due lavori discografici (“Jogo de cordas” e il piu recente “Painting with strings”) con numerose composizioni originali e alcuni arrangiamenti di standard jazz. Il tutto e architettato ad hoc per un impeccabile esecuzione delle due chitarre. I due strumenti vengono abbinati e mescolati con sapienza e con un gusto capace di abbracciare gli appassionati dei più disparati generi musicali. Un repertorio in cui la scelta e l’esecuzione dei brani fa emergere le diverse personalità espressive, compositive e di arrangiamento dei due musicisti.

La coppia Tessarollo Taufic e attiva da molti anni (il primo debutto discografico risale al 2006, seguito dal grande concerto per Olimpiadi invernali di Torino in rappresentanza del Jazz Italiano)
Il loro progetto StringsGame, realizzato a 4 mani, fonde e integra le loro diverse connotazioni stilistiche, maturate in esperienze artistiche differenti ma affini. Le loro reciproche competenze nella melodia mediterranea, la musica brasiliana e latin, la musica jazz e classica ha permesso questo eccezionale connubio e la realizzazione di un repertorio creato e maturato in anni di affiatamento.

 

Luigi Tessarollo è musicista dallo straordinario elenco di collaborazioni prestigiose e di spessore. Docente di Chitarra Jazz del Conservatorio di Milano e diplomato sia in Musica Jazz che in Chitarra Classica, Tessarollo e una figura di spicco nel panorama jazz nazionale e internazionale.

Musicista eclettico sia per formazione che per cifra espressiva, i suoi interessi coprono un vasto panorama stilistico che si riflette in molteplici progetti e in un universo in apparenza senza confini in cui si muove con lirismo e con un senso sempre presente della frase jazzistica.

Ha tenuto concerti in U.S.A., in Europa e nei piu prestigiosi festival italiani.

Recentemente si e esibito in tournée in quartetto con Mattia Cigalini, Paolino dalla Porta e Manhu Roche, con il suo nuovo Hammond Trio con Adam Nussbaum alla batteria e al Torino Jazz Festival 2014 con Diane Shuur e la Torino Jazz Orchestra e in sestetto con Emanuele Cisi, Giampaolo Casati, Dado Moroni, Furio Di Castri ed Enzo Zirilli.

I dischi all’attivo in qualita di leader e co-leader sono una trentina (discografia), tra cui “Hommage to Bill Evans e Jim Hall” in duo con Stefano Bollani; il secondo lavoro in duo con il chitarrista Roberto Taufic “Painting with strings”; “Soul Seasons” e “Kaleidoscope” con George Garzone; “Passage” con Giammarco, Johnson e Vincent; “Bemsha” con Fassi, Dalla Porta, Nussbaum; “Tribute to Hoagy Carmichael” con Rachel Gould. Il suo ultimo cd “Initiation” e uscito a Ottobre 2014 in quartetto con Mattia Cigalini, Paolino dalla Porta e Manhu Roche, per la casa discografica Abeat Records.

Ha collaborato in progetti stabili con molti noti musicisti jazz di tutta la penisola e con numerosi artisti stranieri di fama internazionale tra cui Lee Konitz, Slide Hampton, Barry Harrys, Grant Stewart, Larry Schnider, Bob Gullotti, John Lockwood, Matt Wilson, Jim Snidero, Flavio Boltro, Paolo Fresu, Manhu Roche, Ron Vincent, Barry Harris, Franco Cerri e molti altri (vedi elenco collaborazioni).
La casa editrice musicale Carish ha pubblicato alcune composizioni di Tessarollo nel libro Italian Jazz Real Book.

Numerose anche le sue esperienze professionali (chitarrista della RAI-TV e ospite in trasmissioni televisive, chitarrista di Gloria Gaynor…), formative (studi musicali in India e in Turchia incontri didattici con J. Hall, M. Goodrick ) e didattiche: collaborazioni stabili con la Berklee School di Boston , Clinics annuali a Malta e altro.)

 

Roberto Taufic:  Nato in Honduras (America Centrale) nel 1966,  si trasferisce con la famiglia in Brasile all’età di cinque anni e a dieci anni inizia i suoi studi musicali.

Dopo diverse esperienze musicali in America, Brasile ed Europa, nel 1990 approda in Italia e per quattro anni risiede a Roma dove approfondisce i suoi studi musicali e collabora con diversi artisti. Nel 1994 parte per una tournée in Brasile accompagnando la cantante Elza Soares insieme al sassofonista Giancarlo Maurino e partecipa come arrangiatore alla registrazione del disco di Nonato Buzà con il batterista Robertinho Silva.

Nel 1995 torna in Italia e si trasferisce in Piemonte dove con la cantante Simon Papa, Giancarlo Maurino e percussionista brasiliano Gilson Silveira forma il gruppo Latin Touch e registra “De cabo a rabo” (1996), Cd con special guest il violoncellista brasiliano Jaques Morelembaum.

Negli anni a seguire collabora nel live o in studio con artisti di varie estrazioni musicali come Barbara Casini, Guinga, Gabriele Mirabassi, Maria Pia de Vito, Rita Marcotulli, Fabrizio Bosso, Rosario Bonaccorso, Gianmaria Testa, Eduardo Taufic, Ana Flora, Rosalia de Souza, Marco Tamburini, Silvia Donati, Michele Rabbia, Cristina Zavalloni, Giancarlo Bianchetti, Salvatore Maiore, John Arnold, Bob Mover, Pietro Condorelli, Renato D’aiello, Flavio Boltro, Salvatore Maiore, Alfredo Paixão, Stefania Tallini, Pèo Alfonsi, Miroslav Vitous, Rino Vernizzi, Gianni Coscia, Patrizia Laquidara, Cristina Renzetti, Meg, Rosa Emilia ed altri.

Fra i lavori pubblicati più recentemente ricordiamo: Dois Irmãos,  Eles & Eu,  Contigo en la distancia,  Bate Rebate con la partecipazione della cantante brasiliana Luciana Alves e la produzione artistica del rinomato compositore e pianista André Mehmari,  Um Brasil Diferente, Todas as cores e Viaggiando con il quartetto di Rosario Bonaccorso, Fabrizio Bosso e Javier Girotto, Terras.

Come produttore e arrangiatore, ha realizzato diversi lavori discografici per come Chiara Raggi, Patricia Lowe, Ana Flora, Renato D’Aiello, Gilson Silveira, Simon Papa, Luiz Lima, Rubinho Jacob, Rogerio Tavares, Tiziana de Angelis, Giovanna Gattuso, Ligia França, Federico Foce, Anna Menchinelli ed altri.

 

Alle ore 21.00 è la volta del Lello Petrarca Trio (Lello Petrarca – Pianoforte, Enzo Faraldo – Contrabbasso – Aldo Fucile – batteria).-

Al trio si aggiungerà, quale special guest, il Maestro Maurizio Giammarco al sax.

 

Il trio, di ritorno da una tournèe in Russia (Mosca, San Pietroburgo e Voronez ove, in rappresentanza della musica italiana,  ha partecipato all’Usadba Jazz Festival)  presenterà il nuovo cd e  progetto “Reflections” edito dalla casa discografica Dodicilune Records.

 

In tale lavoro si fondono,  ritmica, armonia ed amorevole melodiosità di provenienza europea creando un’atmosfera intesa che appassiona l’ascoltatore proiettandolo in una dimensione trascendentale  e quasi surreale.  Di grande spessore i musicisti che  accompagnano Petrarca  in questo progetto (Aldo Fucile – batteria e Vincenzo Faraldo – contrabbasso)  tra i più sofisticati del panorama jezzistico italiano che rendono ancor più interessante il lavoro discografico del pianista conferendo ad esso grande vigore comunicativo. Tutto questo è evidente in questo  bel lavoro discografico, che trasuda musicalità e cultura, divertimento e intensità, profondità e leggerezza. Il tutto condotto con grande personalità e sicurezza, senza mai essere straniante o provocare spaesamenti, ma anzi, riuscendo a mantenere una notevole coesione e unitarietà, un suono peculiare, una personalità forte. Il risultato è una musica densa e intensa, con momenti ricchi di atmosfere rarefatte e di grande lirismo senza tuttavia rinunciare all’ironia e allo spirito solare e giocoso che contraddistingue molti momenti di questo lavoro. La musica di questo disco è dunque viva e toccante, caratterizzata da un linguaggio ricco, fluido e di estrema naturalezza che si esprime attraverso un costante dialogo di interplay con i suoi compagni di viaggio.

 

Maurizio Giammarco

Protagonista del Jazz in Italia fin dai primi anni ’70 (come attesta anche la prestigiosa Biographical Encyclopedia of Jazz di Leonard Feather & Ira Gitler), Maurizio Giammarco è un affermato solista di sassofono, compositore, arrangiatore e leader di gruppi storici: da Lingomania (considerato il gruppo più rappresentativo degli anni ’80), alla Parco Della Musica Jazz Orchestra (PMJO), big band residente all’Auditorium di Roma e da lui diretta fra il 2005 e il 2010.

Forte di una profonda conoscenza di tutto il jazz storico e di una lunga esperienza anche in altri ambiti musicali (ha fatto parte anche dell’Ensemble contemporaneo del Parco Della Musica), Giammarco vanta uno stile riconoscibile sul piano solistico come compositivo, frutto di una sintesi personale del proprio vissuto. Ha suonato con moltissimi jazzmen di fama internazionale (Chet Baker, Lester Bowie, Dave Liebman, Phil Markowitz, Miroslav Vitous e molti altri), e con quasi tutti i più importanti musicisti italiani. Fra i suoi numerosi progetti musicali il quartetto Rundeep (con Vic Juris, Jay Anderson e Adam Nussbaum) è stato documentato sul recente CD Lights and Shades. Distintosi in passato anche come freelancer in dischi e tournée di musica pop, è attualmente attivo anche in campo didattico.

Ha composto e arrangiato musica per teatro, danza, cinema, cd roms, orchestra sinfonica e orchestra d’archi. È autore di una monografia su Sonny Rollins (1996) e di un libro di sue composizioni e trascrizioni edito dalla Carish (2012). Ha diretto la rassegna Termoli Jazz Podium dal 2000 al 2006.

Discografia

Leader: Lights & Shades (M.G. Rundeep, feat. V.Juris, J.Anderson, A.Nussbaum – PDM Rec, 2013) Eclectricity (Giammarco-Deidda-Arnold – PDM Records, 2012) Live alla Casa Del Jazz (M.G.4et con B.Stewart – L’Espresso, 2007) Live At The Big Mama (M.G., Liebman, Di Castri, Humair – Soul Note, 2002) “ 7”+8 (with Phil Markowitz – Night Bird, 2001) In Our Hands (Heart Quartet – Blue Note International, 1995) Inside (Heart Quartet – Soul Note, 1993) Saurian Lexicon (M.G. 4et & 5et – Gala, 1991) Hornithology (with P. Erskine, M. Johnson, D. Rea – Gala, 1988)

Orchestra Jazz del Mediterraneo: The Bach Open Project: Vie di Fuga (Anagliphos, 2012) Cieli di Sicilia (Anagliphos, 2011)

PMJO: Open on Sunday (PMJO & M.G -PDM Records, 2011); Alla Casa Del Jazz (PMJO & M.G -L’Espresso, 2007) Electric Miles Directions (PMJO & M.G. feat. Mike Stern, PDM Records 2007)

Megatones: Mega Meets Microtones (feat. D.Fiuczynski – Brave Art/Son,y 2005); Punkromatic (Brave Art/Sony, 2002)

Lingomania: Camminando (Gala ,1989); Grr…Expanders (Gala, 1987); Riverberi (Gala, 1985)

Sideman: StrayHorns (Alessandro Fabbri 7et feat. M.Giammarco, R.Rossi-Caligola, 2012); Love Ballads (with Art Lande, Leveratto, Gatto – Red Records 1999); Song Tong (P.Damiani Ens. feat. Kenny Wheeler, Splash, 1995) 2nd Passage (with Tessarollo, Johnson, Vincent-V.Veneto Records, 1995); Soft Journey (Chet Baker meets Enrico Pieranunzi-1980/IDA).

 

 

Domenica  16 Settembre – Ore 20.30

Camigliano –  Piazza Kennedy – Flavio Dapiran Organ Project Trio

Flavio Dapiran

Inizia a studiare la tromba all’età di 12 anni. Si diploma in tromba nel 1995 al Conservatorio di Avellino “Domenico Cimarosa”. Nel 2006 si diploma in Classe Jazz e consegue con il massimo dei voti il secondo livello al Conservatorio di Napoli “San Pietro a Majella” con i maestri Pietro Condorelli e Marco Sannini proponendo come tesi di Laurea l’esecuzione di composizioni originali. Nel 2007 collabora con il Teatro Lirico di Cagliari all’interno del progetto “Un’Isola Di Musica”. Nel 2010 si diploma al primo corso biennale di alto perfezionamento in studi jazzistici presso “In.Ja.M.”, International Jazz Master Program a Siena, unico corso in Europa a raccogliere oltre 60 grandi artisti internazionali. Studia improvvisazione ed armonia jazz con Gianluigi Goglia, Giovanni Amato, Franco Coppola, Pietro Condorelli. Si esibisce nei più noti club campani e non e collabora con Seamus Blake, Robert Bonisolo, Franco Coppola, Pietro Condorelli, Giovanni Amato, Emanuele Cisi, Gerry Popolo, Gianluigi Goglia, Sandro Deidda, Alfonso Deidda, Mario Raia, Francesco Nastro, Salvatore Tranchini, Marco Sannini, Aldo Vigorito, Bepi D’Amato. Partecipa a vari festival campani tra cui “Pomigliano Jazz” (collaborando anche alle guide all’ascolto), “Nick La Rocca European Jazz Festival”, “Marechiaro Jazz”, “Vico Jazz”, “I Cortili del Jazz”, “Lioni Jazz”.

 

La rassegna musicale, la cui partecipazione è interamente gratuita, è  patrocinata dal Comune di  Camigliano e dalla  Reggia di Caserta – Soprintendenza dei beni Culturali.

Quattro appuntamenti che faranno vivere e condividere piacevoli momenti di ottima musica ed emozioni intense.

 

You may also like...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi