Caserta. La notte d’ ‘a mamma e d’ ‘a figlia. La notte di San Giovanni all’antico Cimitero di S. Maria a Macerata in San Clemente

caserta_la_notte_della_mamma_e_della_figliaTerza edizione quest’anno per “La notte d’’a mamma e d’’a figlia” all’antico cimitero di S. Maria a Macerata in San Clemente di Caserta.

Una notte di mistero e magia, quella di San Giovanni, legata ai riti ancestrali del solstizio d’estate e che a San Clemente, una frazione del Comune di Caserta, si carica di una particolare valenza magico-religiosa ed assume un carattere ancora più deciso per via di un’antica leggenda, quella “della mamma e della figlia”.

Tramandata da padre in figlio da tempo immemorabile, narra della terribile apparizione di due donne che minacciano di morte gli incauti passanti e fanno di un luogo ai margini del paese,  e di questa notte, un posto ed un momento carico di tragedia di paura.

Chiaro intreccio tra la evangelica decapitazione di San Giovanni ad opera di Erode, su richiesta di Erodiade e Salomè, ed un fatto di cronaca nera, la morte violenta di un soldato per mano di una madre e di una figlia, avvenuta in un passato senza tempo, la leggenda viene ogni anno riportata alla memoria e messa in scena nel suggestivo antico cimitero della millenaria chiesetta di S. Maria a Macerata sulla via Appia che porta da Caserta a Maddaloni.

Cimitero dei colerosi nell’epidemia del 1836, ora è uno spazio affidato alla Parrocchia di San Clemente che lo ha recuperato per attività culturali e ricreative.

Ed è la stessa Parrocchia di San Clemente P.M. unitamente a “Sentieri di Memoria”, con il supporto dell’Oratorio “don Antonio Sapone”, ad organizzare l’evento che prenderà avvio giovedì 23 giugno alle ore 21.00 per concludersi alle ventiquattro dello stesso giorno.

La serata si aprirà con un proemio in versi “La notte di San Giovanni”, in cui saranno rivissute le antiche tradizioni magico-sacrali della notte del solstizio, per chiudersi con la ormai tradizionale apparizione della “mamma” e della “figlia” a mezzanotte in punto.

In mezzo, un omaggio alla memoria di una leggenda della musica casertana scomparso recentemente, Giovanni Violante, in arte Maestro Violantos, musicista, ma soprattutto talent scout ed amico di tutti i musicisti e cantanti casertani a partire dagli anni Settanta: una quindicina tra gruppi e solisti, tra cui Pasquale Ziccardi, Enzo Gnesutta, Agostino Santoro, solo per citarne qualcuno, per oltre tre ore di musica e spettacolo. Ed un titolo che per chi ha conosciuto il maestro Violantos è un programma: “La-ma-fa-non-so – I love you sgang”. Tradizioni, musica e poesia condite quest’anno dai sapori tradizionali dell’”Antica Macelleria Fratelli Corbo” e dalla birra artigianale di “Karma” di Alvignano.

L’ingresso è rigorosamente libero per coloro che vorranno trascorrere una serata diversa a contatto con la storia e la tradizione, senza perdere di vista il divertimento.

Ecco la pagina facebook dell’evento: https://www.facebook.com/sentieridimemoria

FONTE: http://www.ecampania.it/caserta/eventi/caserta-notte-d-mamma-e-d-figlia

You may also like...

uesto sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi