La “Filumena Marturano” di Liliana Cavani al teatro Comunale di Caserta

Un grande classico di Eduardo De Filippo, la commedia “Filumena Marturano”, sarà rappresentato al teatro comunale “Parravano” di Caserta venerdì 26 e sabato 27 gennaio alle ore 20.45 e domenica 28 alle 18.00.

L’opera è diretta dalla famosa regista Liliana Cavani, alla prima esperienza di prosa dopo decenni trascorsi tra il cinema e la lirica. Protagonisti di questa versione gli attori Mariangela D’Abbraccio e Geppy Gleijeses, che saranno ospiti del ciclo di incontri “Salotto a Teatro”, condotti dalla giornalista Maria Beatrice Crisci, sabato 27 alle 18.00 sempre all’interno del teatro di via Mazzini. Tra gli altri interpreti Mimmo Mignemi e Nunzia Schiano, già protagonista lo scorso anno a Capua con lo spettacolo “Femmene”.

Si tratta del testo eduardiano più rappresentato all’estero: il grande autore teatrale partenopeo per realizzare quest’opera, dedicata alla sorella Titina che fu la prima a vestire i panni di Filumena, prese spunto da un fatto di cronaca. La commedia del 1946 affronta il tema, centrale per Eduardo, del crollo della famiglia medio borghese, e introduce al contempo un argomento attuale e scottante all’epoca come quello dei diritti dei figli illegittimi: l’anno successivo, il 23 aprile del 1947 l’Assemblea Costituente approvava infatti l’articolo che stabiliva il diritto-dovere dei genitori di mantenere, istruire ed educare anche i figli nati fuori dal matrimonio; e appena otto anni dopo, nel 1955, grazie alla parlamentare Lina Merlin venne abolita tramite una legge la dicitura discriminante “figlio di N.N.” (nomen nescio).

Per raggiungere questi importanti risultati fondamentale fu il contributo dell’opera di Eduardo e non è un caso se ancora oggi le parole della protagonista risuonano come un monito: “ I figli so’ figli e so’ tutti uguali”.

La commedia, come è noto, racconta le vicende di Filumena Marturano e Domenico Soriano. La prima, con un passato da prostituta, grazie al suo carattere molto forte è una madre decisa a difendere fino in fondo la vita, i diritti e il destino dei suoi figli illegittimi. Don Mimì, ricco pasticciere napoletano, ama a bella vita e i cavalli da corsa e pur non essendo sposato con Filumena le lascia svolgere tutti i compiti di una normale moglie: almeno fino a quando non trova un’amante e si rende conto di essere stato messo spalle al muro da Filumena, alla quale si ribella con tutte le sue forze.

Come anticipato, Filumena è Mariangela D’Abbraccio, che in passato è stata diretta dallo stesso Eduardo nella compagnia teatrale di Luca De Filippo, mentre il personaggio di Domenico Soriano sarà interpretato da Geppy Gleijeses, allievo di Eduardo che proprio per lui nel 1975 revocò il veto alle sue opere.
Di Daniela Russo
Fonte: http://www.casertaweb.com/caserta/la-filumena-marturano-liliana-cavani-al-teatro-comunale-caserta/

You may also like...

uesto sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi