visitare: Duomo di Casertavecchia

duomoLa Cattedrale (o Duomo) e il frutto di diversi linguaggi artistici, dovuto a restauri e rifacimenti nel corso del secoli.
L’inizio dei lavori di costruzione della cattedrale risale al 1129 sotto l’episcopato di Rainulfo, e fu termina sotto l’episcopato del Vescovo Giovanni I (1137-1164), come e desumibile dalle scritte poste sul portale destro, sinistro e centrale del duomo. E sono propri questi elementi che rendono la Cattedrale la fusione di diversi formati architettonici. L’impostazione formale risale all’epoca medioevale. La chiesa ha una pianta a forma di Croce Latina, che ne risalta la netta divisione in due corpi principali.
Ha due ingressi posti su due lati, uno ad Ovest che immette in piazza Vescovado e che funge da sagrato alla chiesa, e uno a Sud dove si snoda la strada che costeggia il campanile. La facciata della chiesa rivolta ad Est, ha uno schema riconducibile a quello delle basiliche Lombarde, con tre portali ed una navata centrale che si eleva sulle minori per circa otto metri.
La parte frontale della navata principale e decorata in alto con sei colonne di marmo bianco, sovrastate da archi acuti interlacciati, che richiamano un gusto più tardo della prima metà del secolo XII.
Sopra il portale di sinistra si apre una finestra ad arco, tutta rivestita di marmo bianco. Molto probabilmente doveva essere uguale anche sul portale di destra, ma l’unica apertura che e attualmente visibile e un oculo, che quasi certamente sostituì la finestra in circostanze attualmente non chiare.
La parte frontale del Duomo è realizzata con tufo lavico, dove all’interno corre un fregio ad intarsio con motivi a losanghe. E’ tutta decorata, con animali e motivi floreali tipici della produzione artigianale medioevale che simboleggiavano la fede in Cristo.
Il portale centrale e realizzato da un arco variamente scolpito che poggia su leoni per meta sporgenti, mentre sopra il portale centrale e possibile vedere un finestrone scolpito .
Anche le pareti delle navate laterali sono realizzate in tufo lavico, ed hanno un analogo fregio con motivi ad intarsio che corre lungo la parete. Anche qui si aprono altre finestre sempre rivestite in marmo bianco, ed è presente la porta laterale del duomo che ha la stessa fattura degli altri tre portali sulla facciata principale.

You may also like...

uesto sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi