Articoli in Evidenza

I Mille Volti di Castel Volturno

Il nome di Castel Volturno è noto a molte persone che siano amanti dei viaggi o amanti del calcio, in modo particolare della squadra del Napoli. La regione Campania è ricca di province e città impregnate di arte e cultura. Oltre ad una cultura di tipo artistico – letteraria, abbiamo anche un tipo di cultura gastronomica e sportiva.
Castel Volturno è un piccolo comune che si trova in provincia di Caserta, ed è una meta ambita da molti turisti amanti dei piccoli borghi del sud Italia. Il suo litorale fa parte del Golfo di Gaeta.

MONUMENTI

Come ogni borgo italiano che si rispetti, Cast Volturno racchiude una serie di opere artistiche di interesse culturale. La Campania, essendo stata una provincia latina, è ricca di opere artistiche architettoniche che partono dall’antichità fino al Regno di Napoli.

CAPPELLA DI SAN CASTRESE

 A Castel Volturno potrete scoprire la Cappella San Castrese. La cappella è, per l’appunto, dedicata al patrono della città. Si tratta di una struttura caratterizzata da un unico vano all’interno di un complesso a due piani. La cappella è impostata su una navata rettangolare di misure 4.40×7,80 metri. L’altare si trova sul fondo. Lo splendore della Cappella è racchiuso nei suoi affreschi che padroneggiano i muri. Gli affreschi mostrano episodi della vita di San Castrese. Gli episodi si trovano su sei pannelli rettangolari e simboleggiano i valori di: fede, obbedienza, nobiltà e religione. 

CAPPELLA DI SAN ROCCO

La Cappella di San Rocco si trova nel cuore del centro storico cittadino. Fu edificata nel 1766 per poter invocare l’aiuto di San Rocco in caso di eventuali pestilenze. Assistiamo ad una struttura con facciata a capanna, lesene decorative ai lati del prospetto e il trionfante timpano in altura. All’interno troviamo una navata che porta verso l’unico altare presente. Alle spalle dell’altare si vede un dipinto di Luigi Panarella che raffigura San Rocco in ginocchio mentre assiste all’apparizione della Vergine con il braccio in bambin Gesù. 

CAPPELLA DI MARIA SANTISSIMA

Abbiamo anche la Cappella di Maria Santissima che si trova in via Maria Santa della Civita, edificata nel luogo dove fu edificata la città antica di Volturium. La forma della struttura segue le linee di una capanna, dove si trova il portone di accesso. All’interno troveremo un’unica navata che termina con la vista su un finestrone a forma circolare. L’abside ha al centro un altare in pietra dove sorge un dipinto raffigurante la Madonna delle Grazie, racchiuso tra quattro archi. La cappella conserva anche una statua in legno della Vergine Assunta in cielo che appare sospesa su di una nuvola retta da due piccole teste di Angeli.

RISERVE NATURALI

Un altro elemento fondamentale della bellezza di Castel Volturno è la sua vicinanza con la natura e la fauna che lo circonda. Di fatti ci troviamo di fronte ad una grande riserva conosciuta con il nome di riserva naturale statale Castelvolturno costruita nel 1977. Si tratta di una fascia pianeggiante creata da sabbia alluvionale grazie al sistema orografico del fiume Volturno. La riserva è a tutti gli effetti uno dei migliori esempi di Macchia Mediterranea proprio per la conservazione di esemplari tipici di flora e fauna. Per quanto riguarda la flora abbiamo: il Pino domestico e il Pino marittimo; il leccio; il ginepro; il mirto e le lianose. Per quanto riguarda la fauna, invece, ci scontriamo con: gufo comune, merlo, usignolo, vipera, cervone, biscia del collare.

L’ALLENAMENTO DEL NAPOLI

Dal 2006 Castel Volturno ospita la sede ufficiale della Società Sportiva Napoli Calcio. La sede ha una posizione strategica e si trova circondata da pinete e mare. Dista all’incirca trenta minuti da Napoli e da Caserta. La sua estensione è pari a 2800 metri quadrati. Ci sono ben tre campi di calcio per completare gli allenamenti quotidiani. La distanza dalle metropoli della regione permette ai giocatori di concentrarsi a 360 gradi sugli allenamenti. Inoltre, la vicinanza del mare garantisce una costante dose di iodio, indispensabile per una buona respirazione e per la purificazione dei polmoni. La vicinanza con la natura, invece, ha effetti terapeutici e calmati, necessari per avere maggiore prestanza fisica e resistenza per le partite. 

Una terra, quindi, che racchiude tradizione e speranze per l’avvenire sia artico che sportivo.

Potrebbe Interessarti Anche...

S.Agata sui due Golfi, finestra aperta sui golfi di Napoli e Salerno

Sant’Agata sui due Golfi (390m s.l.m.) è la frazione maggiore di Massa Lubrense, in provincia …