Articoli in Evidenza

Cose che non sai su Napoli: curiosità sulla città partenopea

Tante sono le curiosità che non tutti conosciamo su Napoli. Il capoluogo campano, conosciuto per le sue belle artistiche, la pizza, il mare, il suo popolo caloroso, il mare e sicuramente il Vesuvio, nasconde segreti affascinanti che meritano ovviamente la nostra attenzione. Si dice “vedi Napoli, poi muori”, e non è un caso, certo! Forse un po’ forte come espressione, ma certamente piena di significato. Come molti scrivono, questa meravigliosa città mescola “sacro e profano” e vive di misteri e leggende che impreziosiscono ulteriormente le mille sfaccettature e i mille volti del luogo. Di seguito scopriremo alcune tra le più interessanti storie che avvolgono Napoli.

La sirena Partenope

La leggenda di Partenope racconta le origini di Napoli. Questo vecchio mito, descritto da Omero nell’Odissea, narra di questa incantevole sirena, di nome Partenope, che cercò di sedurre con il suo canto Ulisse: nel tentativo fallito di ammaliarlo, disperata, la sirena si lasciò morire abbandonandosi all’infrangersi delle onde sugli scogli; così la corrente del mare trascinò il suo corpo fino a un meraviglioso golfo, proprio tra gli scogli di Megaride (dove oggi troviamo Castel dell’Ovo), dove nacque poi la città di Napoli, non a caso chiamata “la città partenopea”. Lì, fu in seguito ritrovata da alcuni pescatori che la venerarono finché il suo corpo si dissolse e divenne protettrice del luogo; da allora la sirena Partenope divenne il simbolo della città.

Esiste anche un’altra versione della storia di Partenope: questa seconda storia narra di una bellissima fanciulla che viveva in Grecia, innamorata del giovane Cimone. L’amore tra i due ragazzi era contrastato dal padre di lei, che la aveva promessa ad un altro uomo. Così i due giovani innamorati fuggirono ed arrivarono in territorio italico, in questo luogo dalla terra fertile; ben presto la voce si sparse e cominciarono a giungere molte persone proprio lì, dove viveva Partenope con il suo innamorato Cimone, e dove presto si fece conoscere e apprezzare da tutti, per la sua umiltà e per la sua bontà d’animo. Amata e venerata da tutti, Partenope divenne la signora del popolo.

La sedia della fertilità

A Napoli c’è un’antica chiesetta che molte coppie conoscono benissimo ed è la Chiesa di Santa Maria Francesca, ubicata nei Quartieri Spagnoli. Questa chiesa ospita il vero oggetto protagonista della scena, che ruba l’attenzione dai tanti cimeli contenuti al suo interno, ovvero la “sedia della fertilità. Ogni anno molte, moltissime coppie desiderose di avere dei figli, si recano presso questo santuario, solo ed esclusivamente per lei. Secondo la tradizione napoletana, qualunque donna sieda su questa sedia speciale riceve la misericordia della Santa Maria Francesca e la grazia di rimanere incinta. Proprio per questo è uno dei posti più affascinanti e misteriosi della città di Napoli.

La maledizione della regina Margherita

Piazza plebiscito: una delle piazze più grandi d’Italia, sita nel centro storico di Napoli. Una leggenda vecchissima regna su questa piazza, e vede protagonista la regina Margherita. Si racconta che questa regina, una volta al mese dava la possibilità ad un prigioniero di salvarsi la vita, attraversando bendato la piazza e passando in mezzo alle due statue equestri. Sembra che mai nessuno sia riuscito nell’impresa, tanto da credere che sulla piazza sia stata proprio lanciata una maledizione dalla stessa regina Margherita!

In realtà la piazza seppur lineare e rettangolare, parrebbe difficile da attraversare in questo modo perché la superficie è troppo ampia e il suolo irregolare, per cui tecnicamente essendo dispersiva disorienta chiunque voglia tentare l’impresa.

Queste sono soltanto alcune delle leggende e storie che vivono a Napoli, delle tante altre speriamo di avere modo di parlarvene in futuro!

Potrebbe Interessarti Anche...

Le Spiagge di Massa Lubrense tra Napoli e Salerno

Massa Lubrense è un comune in provincia di Napoli, ma ha spiagge e calette che …